Iscriviti alla nostra newsletter

Se faccio un riposo settimanale ridotto di 30 ore entro quando e come devo fare il recupero?

mar 21 luglio 2020

La settimana scorsa il nostro approfondimento era dedicato a come calcolare il recupero di un riposo settimanale ridotto, questa settimana invece ci vogliamo focalizzare su come deve essere recuperato.
Viene fatta, molto spesso, confusione sulle modalità e i tempi di recupero, in questo articolo spieghiamo passo a passo come effettuare correttamente il recupero di un riposo settimanale ridotto ed evitare sanzioni.

Partiamo con un breve riassunto sui riposi settimanali e il calcolo del recupero…

 

Tipologie di riposo settimanale

Secondo il Reg. EU 561/06 il conducente può svolgere due tipologie di riposo settimanale:

- riposo settimanale regolare di almeno 45 ore che può essere svolto tutte le settimane;

- riposo settimanale ridotto di almeno 24 ore che deve essere alternato con un riposo settimanale regolare di 45 ore.

Il riposo settimanale ridotto va sempre recuperato (o compensato).

 

Come si calcola il recupero?

La compensazione del riposo settimanale ridotto è stata ideata per dare la possibilità al conducente di recuperare le ore di riposo che non ha potuto godere con un riposo settimanale ridotto.

Calcolo recupero
Compensazione (recupero) = Ore riposo settimanale regolare (45 ore) – Ore riposo settimanale ridotto svolte dal conducente

Per un approfondimento completo sul calcolo del recupero rimandiamo al nostro approfondimento precedente.

 

Dopo questo veloce ripasso sulle tipologie di riposo settimanale e il calcolo del recupero passiamo alle modalità e i tempi di recupero.

 

Le ore da compensare come vanno recuperate?

Le ore di compensazione devono essere recuperate tutte assieme in blocco, questo vuol dire che il conducente non può recuperare 1 ora un giorno, 2 ore un altro giorno e così via.
In blocco si intende che le ore vanno recuperate tutte assieme.

Come nell’esempio qui sotto: se il conducente deve recuperare 15 ore queste andranno recuperate tutte assieme e non “spalmate” su diverse giornate.

 

Come deve avvenire il recupero?
Come stabilito dal regolamento Art. 8 c. 7 Reg 561/06 “Qualsiasi riposo preso a compensazione di un periodo di riposo settimanale ridotto è attaccato a un altro periodo di riposo di almeno 9 ore”.

Quindi se il recupero viene svolto durante la settimana lavorativa ciò significa che il conducente può collegarlo ad un riposo giornaliero di almeno 9 ore (ridotto).

Come nell’esempio qui sotto il conducente collega il recupero di 15 ore ad un riposo giornaliero di 9 ore durante la settimana.

 

In alternativa il recupero può essere collegato ad un riposo settimanale regolare da 45 ore. Come nell’esempio qui sotto, se il conducente collega il suo recupero di 15 ore ad un riposo settimanale regolare di 45 ore le ore totali di riposo sono 60.


Entro quanto deve avvenire il recupero del riposo ridotto?

La compensazione del riposo settimanale ridotto deve avvenire entro la terza settimana successiva al riposo ridotto effettuato.

 

Ma quindi se faccio un riposo settimanale ridotto da 30 ore entro quando e come devo recuperarlo?

Se il conducente svolge un riposo settimanale ridotto di 30 ore deve recuperare 15 ore in blocco.
 

Recupero= 45 ore – 30 ore= 15 ore

 

Riportiamo di seguito alcuni esempi e soluzioni che il conducente ha a disposizione per recuperare la compensazione.


OPZIONE 1

Il conducente recupera le 15 ore in blocco collegandole al riposo settimanale regolare successivo, svolgendo un totale di almeno 60 ore (45+15).

 

OPZIONE 2

Il conducente recupera le 15 ore in blocco collegandole al riposo settimanale regolare della seconda settimana successiva al riposo settimana ridotto svolto. Anche in questo caso svolge un totale di almeno 60 ore (45+15).

 

OPZIONE 3

Il conducente recupera le 15 ore in blocco collegandole al riposo settimanale regolare della terza settimana successiva al riposo settimana ridotto svolto. Anche in questo caso svolge un totale di almeno 60 ore (45+15).

 

OPZIONE 4

Il conducente recupera le 15 ore in blocco collegandole ad un riposo giornaliero ridotto di almeno 9 ore durante la settimana. In questo caso svolge un totale di almeno 24 ore (9+15).

 

OPZIONE 5

Il conducente recupera le 15 ore in blocco collegandole ad un riposo giornaliero ridotto di almeno 9 ore durante la terza settimana successiva. Anche in questo caso svolge un totale di almeno 24 ore (9+15).

 

Come si può notare dalle opzioni riportate qui sopra nessun recupero può essere svolto oltre la terza settimana successiva rispetto alla settimana del riposo settimanale ridotto.


Per ulteriori domande o informazioni in merito ai nostri corsi sul tachigrafo e tempi di guida, scriveteci su info@tachconsulting.it


 

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Se faccio un riposo settimanale ridotto di 35 ore quante ne devo recuperare?

Dopo quanto tempo è obbligatorio effettuare il riposo settimanale? Posso effettuare anche 7 periodi di guida?

Divieto riposo settimanale in cabina: chiarimento della commissione europea

Entro quanto tempo si deve fare il riposo settimanale in caso di trasporto internazionale di passeggeri? - “la regola dei 12 giorni”


 

I nostri corsi online di 2 o 4 ore su tachigrafo e tempi di guida

       

 

© TachConsulting - Riproduzione riservata

 

 

 

 


Scarica PDF

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Va bene Voglio saperne di più