Iscriviti alla nostra newsletter

Come utilizzare il tachigrafo in caso di guida con doppio autista (multipresenza)? – Parte 1

mer 10 maggio 2017

Gli approfondimenti di questa settimana e la prossima, sono incentrati sulla definizione e spiegazione della multipresenza e su come utilizzare correttamente il cronotachigrafo in questo particolare caso di guida.

Ma prima di iniziare riportiamo la definizione di MULTIPRESENZA inserita nell'Art. 4 del REG. 561/06:

“…si parla di multipresenza quando, durante un periodo di guida compreso fra due periodi di riposo giornaliero consecutivi o fra un periodo di riposo giornaliero e un periodo di riposo settimanale, ci sono a bordo del veicolo almeno due conducenti. Per la prima ora di multipresenza la presenza di un secondo conducente è facoltativa, ma per il resto del periodo è obbligatoria;”

Quando l’equipaggio è composto da più di un conducente si applicano regole diverse. A ciascun conducente si chiede di completare un periodo di riposo giornaliero di almeno 9 ore entro 30 ore da quando è entrato in servizio.

Quindi un solo conducente deve completare un periodo di riposo giornaliero entro 24 ore, 2 conducenti entro 30.

Questa “deroga” può essere utilizzata se

  • A bordo del veicolo ci sono 2 conducenti
  • Entrambe le schede o dischi siano inseriti nel cronotachigrafo.
  • Per la prima ora di multipresenza la presenza di un secondo conducente è facoltativa, ma per il resto del periodo è obbligatoria.

La scheda del conducente n. 1 addetto alla guida va inserita nella “slot 1” del tachigrafo mentre la scheda del 2° conducente, seduto a fianco del guidatore va inserita nella “slot 2”; nel momento in cui avviene il cambio alla guida, il secondo conducente che inizierà a guidare al posto del primo dovrà inserire la propria scheda nella slot 1 del tachigrafo.  

 

 

Ma in caso di Multipresenza come devono essere effettuate le pause durante la guida? Dopo le prime 4 ore e 30 i conducenti sono costretti a fare una pausa di 45 minuti?

Risposta: NO

Nel caso di guida in multipresenza (e quindi di equipaggio formato da due autisti), il tachigrafo registra per il secondo autista “in disponibilità” ma ai fini della guida, è considerato “periodo di interruzione”.

In pratica durante la guida il secondo autista è considerato in pausa.

 

Qui di seguito un esempio illustrato su come si alternano i due conducenti durante la guida in multipresenza

CIRCOLARI

- Circolare 300/A/6262/11/111/20/03 del 22/07/2011 - Scarica

 

 

© TachConsulting - Riproduzione riservata


Scarica PDF

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Va bene Voglio saperne di più