Iscriviti alla nostra newsletter

Che comportamento bisogna tenere in caso di carta del conducente smarrita, scaduta o mal funzionante?

mer 03 agosto 2016

Un conducente che guida un veicolo munito di tachigrafo digitale, deve registrare le proprie attività (guida, lavoro, disponibilità e riposo) sulla carta tachigrafica.

Essa è personale, ha una validità di cinque anni e non deve mai essere ceduta.

 

Che tipo di informazioni memorizza la carta tachigrafica del conducente?

La carta del conducente memorizza al suo interno:

- dati relativi ai veicoli impiegati

- dati relativi all’attività del conducente

- luogo in cui inizia e/o termina il periodo di lavoro giornaliero

- anomalie e guasti del tachigrafo in cui è stata inserita

- attività di controllo svolte dalle forze di polizia

N.B. Quando si effettua lo scarico della scheda, quest'ultima non si "svuota", viene creata semplicemente una copia che poi rimane nei dispositivi di scarico (chiavette ecc.) pronti da traferire sul PC.

Se si è sprovvisti, anche momentaneamente, della propria carta tachigrafica, non si deve in alcun modo utilizzare la carta di un altro conducente ma è necessario attenersi ad una serie di procedure a seconda delle situazioni.

L’art 29 del REG. 165/2014 e la NOTA ORIENTATIVA 8 specificano il comportamento da tenere nel caso di furto, smarrimento o mal funzionamento della carta tachigrafica

In particolare, riportiamo di seguito le situazioni “eccezionali” in cui è consentita la guida senza carta.

 

FURTO O SMARRIMENTO:

1. fare denuncia, entro 7 giorni, all’autorità di polizia al fine di poter avere l’autorizzazione ad ottenere il duplicato.

2. sempre entro 7 giorni, presentare una nuova richiesta alla Camera di Commercio

3. portare con se la copia della denuncia e la copia della domanda

4. nel frattempo segnalare dietro la stampata tutte le attività svolte per un periodo massimo di 15 giorni di calendario:

    a. ad inizio turno compilare in tutti i suoi campi una parte dello carta tachigrafica e segnare le attività

    b. a fine giornata fare una stampa delle attività del veicolo

 

MALFUNZIONAMENTO:

1. presentare una nuova richiesta alla Camera di Commercio consegnare la scheda difettosa

2. portare con se la copia della domanda

3. nel frattempo segnalare dietro la stampata tutte le attività svolte fino a che non arriva la nuova scheda e per un periodo massimo di 15 giorni di calendario::

     a. ad inizio turno compilare in tutti i suoi campi una parte dello carta tachigrafica e segnare le attività

     b. a fine giornata fare una stampa delle attività del veicolo

 

SCADENZA:

La fattispecie della scadenza della carta non è contemplata nel regolamento, per cui in linea di principio questo caso non potrebbe rientrare nelle “eccezioni”.

D’altra parte però siccome può succedere che ci si dimentichi che la carta sta per scadere consigliamo di seguire la seguente procedura.:

1. presentare domanda di rinnovo per scadenza alla Camera di Commercio al più tardi entro i 15 giorni lavorativi precedenti alla scadenza

2. fino a quando non viene ricevuta la nuova scheda tenere sul mezzo copia della domanda

3. nel frattempo segnalare dietro la stampata tutte le attività svolte fino a che non arriva la nuova scheda:

     a. ad inizio turno compilare in tutti i suoi campi una parte dello carta tachigrafica e segnare le attività

     b. a fine giornata fare una stampa delle attività del veicolo

In caso di controllo su strada sarà compito dell’organo di controllo valutare la situazione e la buona fede del conducente.

 

Qui di seguito le indicazioni sui campi da compilare sul retro della stampata

 

ALLEGATI

Art. 29 Reg. 165/2016 Estratto - scarica

Nota Orientativa - scarica

 

© TachConsulting - Riproduzione riservata


ARGOMENTI TRATTATI

Scarica PDF

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Va bene Voglio saperne di più