Iscriviti alla nostra newsletter

Quanti controlli sono stati previsti sui veicoli con cronotachigrafo, in strada e nei locali delle imprese per l’anno 2021?

mar 06 aprile 2021

Questa settimana diamo la parola al nostro consulente che farà una panoramica sull’attività di controllo su strada e presso i locali delle imprese di trasporto con riferimento alla normativa 561/06 sui tempi di guida e riposo.

 

Quali sono le norme di riferimento in materia di controlli su strada e presso i locali delle imprese?

In materia di controlli in Italia si fa riferimento al D.lgs. 144 del 2008 che ha recepito la direttiva n 2006/22/CE del 15 marzo 2006

Qual è l’ambito di applicazione del D.lgs. 144 del 2008?

Il Decreto 144 del 2008 disciplina i controlli sui conducenti, le imprese e i veicoli di tutte le categorie di trasporto che rientrano nel campo di applicazione del REG. 561/06.

Quali sono le Autorità competenti a svolgere i controlli?

Il Decreto 144 del 2008 attribuisce al Ministero dei Trasporti (MIMS) la funzione di coordinamento con:

  • Ministeri dell’Interno
  • Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Chi determina il numero di controllo e su che base?

Ai sensi degli art. 3 e 4 del Decreto 144 del 2008, il numero minimo di controllo che l’Italia deve garantire nel corso di ciascun anno viene determinato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIMS), sulla base sia dei dati relativi al numero complessivo dei giorni di lavoro che ciascun conducente deve effettuare nel periodo di riferimento, sia dei dati di immatricolazione dei veicoli interessati.

In che percentuale i controlli devono essere fatti su strada e nei locali delle imprese?

 Secondo l’art. 2 del D.lgs. 144/2008 nell’ambito del numero totale dei controlli:

  • 30 % dei giorni lavorativi controllati deve essere verificato su strada
  • 50 % dei giorno lavorativi controllati deve essere verificato presso i locali delle imprese.

Quali sono i controlli minimi da effettuare su strada?

Secondo l’art. 6 c. 1 del D.lgs. 144/2008 le operazioni di controllo devono essere condotte in modo da verificare almeno i seguenti punti (Allegato 1 parte A) i:

  1. Periodi di guida giornalieri
  2. Periodo di guida settimanali
  3. Le interruzioni di lavoro
  4. Periodi di riposo giornalieri
  5. Periodi di riposo settimanali
  6. I fogli di registrazione dei giorni precedenti, che devono trovarsi a bordo del veicolo,
  7. Dati memorizzati per lo stesso periodo nella carta del conducente e/o nella memoria dell'apparecchio di controllo e/o sui tabulati;
  8. Gli eventuali superamenti della velocità autorizzata del veicolo, definiti come ogni periodo di durata superiore a un minuto durante il quale la velocità del veicolo supera 90 km orari
  9. All’occorrenza, le velocità istantanee del veicolo quali registrate dall'apparecchio di controllo durante, le ultime ventiquattro ore di uso del veicolo;
  10. Il corretto funzionamento dell'apparecchio di controllo (verifica di eventuali manipolazioni dell'apparecchio e/o della carta del conducente e/o dei fogli di registrazione)
  11. All’occorrenza, e tenendo debitamente conto della sicurezza, l'apparecchio di controllo installato nei veicoli per rilevare il montaggio e/o l'uso di eventuali dispositivi intesi a distruggere, sopprimere, manipolare o alterare dati, oppure intesi a interferire con qualsiasi parte dello scambio elettronico di dati tra i componenti dell'apparecchio di controllo, oppure che ostacolano o alterano i dati nei suddetti modi prima della cifratura.

Quali sono i controlli minimi da effettuare presso i locali delle imprese?

Secondo l’art. 7 c. 1 del D.lgs. 144/2008 le operazioni di controllo devono essere condotte in modo da verificare almeno i seguenti punti (Allegato 1 parte A e B):

  1. TUTTI I PUNTI stabiliti per i controlli in strada
  2. Periodi di riposo settimanale e i periodi di guida tra detti periodi di riposo;
  3. L’osservanza della limitazione bisettimanale delle ore di guida;
  4. I fogli di registrazione, i dati e i tabulati dell'unità di bordo e della carta del conducente

Per effettuare i controlli esistono dei modelli di lista da seguire?

Si – al fine di agevolare i controlli, sono previsti dei modelli di lista di controllo da utilizzare su strada (clicca qui) e presso i locali delle imprese (clicca qui)

A quanto ammontano in totale le giornate lavorative da controllare per l’anno 2021?

Il Ministero di trasporti (MIMS) con la nota U.0002154 del 19 gennaio 2021 ha fissato in 4.230.249 giornate lavorative il numero minimo dei controlli da assicurare nel 2021 sia su strada che nei locali delle imprese:

  • 30 % su strada1.269.075 giornate lavorative
  • 50% nei locali delle impese2.115.124,5 giornate lavorative

Quanti sono i veicoli con cronotachigrafo che potrebbero essere sottoposti a controllo per ogni provincia?

Per visionare il numero di veicoli con cronotachigrafo per provincia scarica la tabella (clicca qui)

 

SCARICA:

D.lgs 144/2008

Direttiva 2006/22/CE

Classificazione gravità sanzioni

Circolare Ministero dell’Interno 300/A/811/21/108/13/8 del 29 gennaio 2021

Lista di controllo su strada

Lista di controllo locali delle imprese

Lista numero di veicoli con tachigrafo suddivisi per provincia


Scarica PDF

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Va bene Voglio saperne di più