Iscriviti alla nostra newsletter

Quando scarico la carta tachigrafica del conducente poi questa si “svuota”?

mer 22 aprile 2020

Questa settimana il nostro formatore risponde ad un quesito sempre molto richiesto soprattutto durante i nostri corsi di formazione.

Come per tutti i nostri approfondimenti partiamo sempre con un piccolo ripasso che ci permette di rinfrescare un po’ la memoria e la nostra conoscenza sulla materia.

Il sistema del tachigrafo digitale, prevede l’utilizzo di carte elettroniche (dette carte tachigrafiche) che consentono di memorizzare i dati relativi ad alcune attività.

La carta tachigrafica permette l’accesso alla memoria del tachigrafo e alle sue diverse funzioni.

 

Quali sono le principali funzioni delle carte tachigrafiche?

Le principali funzioni di una carta tachigrafica sono:

1. Identificare il soggetto che opera con il tachigrafo:
- Conducente
- Azienda
- Centro tecnico
- Autorità di controllo

2. Memorizzare informazioni delle operazioni che vengono svolte sul tachigrafo digitale.

 

Che tipo di dati vengono registrati dal tachigrafo e dalla scheda del conducente?

Il tachigrafo digitale registra, all’interno della propria memoria di massa, tutte le attività del mezzo (velocità, distanza percorsa, conducenti che lo hanno guidato, ecc.).
Il tachigrafo conserva, quindi, tutte le attività dei conducenti che inseriscono la scheda al sul interno e le attività eseguite senza scheda.

La scheda del conducente invece registra tutte le attività svolte da un singolo conducente vale a dire guida, riposo, disponibilità e lavoro.

 

La normativa prevede che il tachigrafo e la carta vengano scaricati entro un determinato periodo di tempo quale?

- I dati del conducente devono essere scarica entro 28 giorni.

- I dati della memoria di massa del tachigrafo entro 90 giorni.

 

Se la carta del conducente non viene scaricata entro 28 giorni i dati vanno persi?

No, la carta del conducente ha una propria memoria che può contenere molto più di 28 giorni (quasi un anno dipende dall’utilizzo) per cui se lo scarico viene effettuato oltre i 28 giorni i dati sono ancora presenti nella carta. I dati nuovi si sovrascrivono su quelli più vecchi.

 

Una volta che viene effettuato lo scarico la carta si “svuota”?

Arriviamo quindi a rispondere al nostro lettore, quando si effettua il download della carta del conducente in realtà si scarica una copia dei dati, per cui ad ogni scarico corrisponderà una copia.

In sintesi quindi quando si scarica la carta tachigrafica del conducente questa non si svuota dei dati registrati bensì mantiene in memoria una copia.

 

Articoli che ti potrebbero interessare:

Le carte tachigrafiche: quali sono e che funzione hanno

Ogni quanto e come vanno scaricati i dati della carta del conducente e del tachigrafo? l’azienda per quanto tempo deve conservare tali dati?

Il conducente può utilizzare la nuova carta tachigrafica se quella vecchia non è ancora scaduta?

 

 

© TachConsulting - Riproduzione riservata

 

 


Scarica PDF

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Va bene Voglio saperne di più