Iscriviti alla nostra newsletter

Parola all'esperto - Cosa indica il punto di domanda sulla stampata giornaliera del tachigrafo e come evitare relative sanzioni?

mar 19 luglio 2016

Durante i nostri corsi di formazione, ci viene spesso chiesto di chiarire la questione sul punto di domanda che compare nelle stampate del cronotachigrafo digitale.  A tal fine riportiamo di seguito un piccolo approfondimento...

 

 

 

 

 

La  stampa dell’attività giornaliera del conducente contiene una descrizione dettagliata di tutte le attività svolte dal conducente di una specifica giornata.

La sezione contrassegnata dal simbolo Σ (sezione A) riporta il riepilogo dell’attività svolta nella giornata con indicazione:

1. durata di tempi di guida

2. altro tempo di lavoro,

3. tempo di riposo,

4. tempo di guida in multipresenza,

5. altre mansioni,

6. totale dell’attività non determinata  (diversa dalla guida)( tempi sconosciuti, es. mancato inserimento carta, attività non classificata) con il simbolo del punto di domanda (?)

 

Quest’ultimo pittogramma è spesso oggetto di dubbi e controversie e indica il periodo in cui la scheda non è stata inserita. Indica cioè periodi che il tachigrafo non “riconosce” e che noi dobbiamo giustificare “manualmente”

SE VICINO AL PUNTO DI DOMANDA RIMANE 00:00 allora non c'è nessun problema

SE VICINO AL PUNTO DI DOMANDA COMPAIONO DEI TEMPI allora significa che ci sono dei tempi ingiustificati.

Per evitare che vicino al punto di domanda compaiano dei tempi bisogna effettuare la corretta “logica di entrata”.

Cioè noi nel momento in cui inseriamo la carta nel cronotachigrafo dobbiamo rispondere alla seguente domanda ( che ci viene posta dal crono)

Dall’ultima volta in cui la carta e stata estratta dal cronotachigrafo (ULTIMO RILASCIO) ad ora in cui la carta viene inserita, IL CONDUCENTE CHE COSA HA FATTO?

Ha ripostato? ha fatto altre mansioni? ecc.

Come bene noto, ad inizio giornata il conducente deve inserire la carta del conducente nel tachigrafo e successivamente deve confermare (oltre al paese di inizio viaggio e l’ora locale del Paese) come considerare le attività compiute dall’ultima estrazione fino al momento dell’inserimento della scheda (vedi scenario)

 

 

 

Il punto di domanda può essere evidenziato anche in un’altra sezione della stampata del tachigrafo (vedi sezione B dell’immagine della stampa) dove viene anche indicato il periodo di inizio e fine dell’attività non determinata.

Questa operazione se non correttamente eseguita verrà riprodotta sotto il pittogramma del punto di domanda sulla stampata giornaliera e punibile con sanzione.

La sanzione prevista per una mancata registrazione manuale delle attività per il periodo fino ad ora descritto varia da € 51 a € 100. (ex legge. N.727/1978 art. 18) (Vedi esempio di sanzione)

L’operazione di inserimento manuale è differente a seconda della versione del tachigrafo digitale .

Consigliamo perciò ad tutti i di prestare molta attenzione ai passaggi iniziali successivi all’inserimento della scheda del conducente per evitare inutili sanzioni.

 

Come capire quale  Versione di Tachigrafo digitale si possiede?

Se VDO

  • Aprire il vano dove è presente il rotolo della carta tachigrafica.
  • Estrarre il rotolino della carta
  • Prendere visione dell’etichetta presente nel vano.
  • In basso a dx vicino alla scritta REL  c’è un numero​​​​

​​​   

Logica di entrata dalla versione 1.0 alla 1.3  - SCARICA LE ISTRUZIONI

Logica di entrata dalla versione 1.4  - SCARICA LE ISTRUZIONI

 

Se STONERIDGE

Per capire che versione Stoneridge si possiede basta eseguire la stampata della giornata dell'autista. In alto sotto la scritta Stoneridge Electronics è presente un numero seriale: dopo la lettera R viene indicata la versione corrispondente. 

Logica di entrata - SCARICA LE ISTRUZIONI

 

 

 


Scarica PDF

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Va bene Voglio saperne di più