Iscriviti alla nostra newsletter

La pausa svolta con la funzione OUT (Out Of Scope) attiva è valida come pausa?

mer 10 giugno 2020

A volte le domande più semplici generano, anche nei più esperti, grandi dubbi amletici. Questo è proprio il caso dell’approfondimento di questa settimana dedicato alla dibattuta funzione OUT, in particolare vogliamo rispondere a questa domanda: la pausa svolta con la funzione OUT attiva è valida come pausa?

Prima di dare la nostra risposta però è utile iniziare con una premessa su cos’è la funzione Out of Scope e a cosa serve al conducente.

 

Cos’è la funzione OUT?

La funzione OUT, o anche chiamato Out Of Scope (non di autostrada come molti pensano), è la funzione prevista nel tachigrafo digitale, utilizzata per segnalare quando si effettuano trasporti al di fuori del campo di applicazione della normativa 561/06.

Quando, ad esempio, un veicolo dotato di tachigrafo viene impiegato nella circolazione su aree o strade private non si applicano le disposizioni del Regolamento CE 561/2006 (vedi articolo di approfondimento su cos'è la funzione OUT - vedi in fondo all'articolo).

 

Che vantaggi comporta quindi la funzione OUT per i conducenti?

Il vantaggio della funzione OUT è che l’attività di guida svolta dal conducente in aree private (ad esempio cave, cantieri o cortili delle aziende) è esclusa dal conteggio dell’attività di guida giornaliera.

Quindi, se un conducente entra all’interno di un’azienda, attiva manualmente sul tachigrafo la funzione OUT e svolge 15 minuti di guida, questi minuti andranno sottratti dal totale di guida compiuta durante la giornata.

Per semplicità: se l’attività di guida giornaliera non supera mai le 9 ore la funzione out of scope è inutile.

 

L’OUT va quindi a ridurre l’impegno giornaliero del conducente? Posso considerarlo pausa?

Assolutamente NO!

I minuti di guida in area privata, esclusi dal conteggio giornaliero, non sono da considerarsi come pausa bensì come lavoro.

Quindi è importante ricordare che l’attività di guida svolta in OUT non va a ridurre l’impegno giornaliero del conducente ma è parte integrante dell’attività lavorativa del conducente.

 

Se invece il conducente svolge la pausa con la funzione OUT attiva anche questa si deve trasformare in lavoro?

Assolutamente NO!

La funzione OUT, se attiva, permette di escludere dal conteggio solo l’attività di guida, trasformandola in lavoro.

Le altre attività svolte con la funzione OUT attiva non verranno escluse ma rimarranno come tali.

Quindi, ad esempio, se il conducente svolge 15 minuti di pausa in un’area privata con la funzione OUT attiva, quei minuti sono da considerarsi come una pausa utile e NON vanno quindi trasformati in lavoro come invece accade per la sola attività di guida.

 

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Come si inserisce la funziona out of scope sul tachigrafo digitale?

La funzione out (out of scope): con o senza scheda tachigrafica inserita?

È vero che alla velocità di 30 km/h la funzione out si disattiva?

Perché dopo un certo periodo di tempo la funzione out of scope non viene più visualizzata sulla scheda del conducente?

 

© TachConsulting - Riproduzione riservata

 

 


Scarica PDF

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Va bene Voglio saperne di più