Violazioni Codice della Strada e Notifiche tramite PEC – Chiarimenti del Ministero dell’interno

mar 06 marzo 2018

Come avevamo scritto in un  nostro precedente articolo, le sanzioni delle violazioni del codice della strada arriveranno al diretto interessato tramite posta certificata.

Il Ministero dell’Interno comunica alcuni chiarimenti a riguardo.

Eccoli:

Ambito di applicazione oggettivo

Possono essere notificati via PEC:

  • verbali derivanti da violazioni di norme del C.d.S
  • verbali derivanti da violazioni della L. n. 727/1978 in materia di cronotachigrafo
  • sanzioni amministrative accessorie, se fanno parte integrante del verbale di contestazione inviato

 

Ambito di applicazione soggettivo

Per quanto riguarda i verbali per violazione del C.d.S., l’invio tramite PEC è obbligatoria quando sussistono i seguenti presupposti:

  • il trasgressore ha fornito all’organo di controllo un indirizzo PEC valido o abbia un domicilio digitale. Se l’amministrazione non troverà traccia dell’indirizzo fornito nei pubblici elenchi, si procederà alla notifica tramite forme ordinarie, con oneri a carico del destinatario. Quest’ultimo potrà richiedere la restituzione delle spese di notifica addebitate solo se l’amministrazione non ha utilizzato la posta PEC.
  • La persona fisica ha fornito il corretto indirizzo PEC durante il controllo. Altrimenti si seguirà la procedura ordinaria.

 

 Modalità e termini di notifica a mezzo PEC

Dopo che l’organo accertatore avrà verificato la correttezza dell’indirizzo PEC fornito dal trasgressore, verrà inviata la mail con oggetto “atto amministrativo relativo ad una sanzione amministrativa prevista dal codice della strada” completo di numero e data del verbale. Quest’ultimo verrà allegato alla PEC assieme anche alla relazione di notifica con firma digitale, oltre che alle informazioni utili al destinatario per impugnare l’atto amministrativo.

Termini di notifica

Nel momento in cui vengono generate la ricevuta di accettazione e la ricevuta di avvenuta consegna completa del messaggio PEC, la notifica si considera inviata a prescindere dal fatto che questa venga letta o meno dal destinatario. I termini per il pagamento, perciò, decorrono dalla data della ricevuta.

Scarica l'allegato del Ministero dell'Interno


Scarica PDF

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Va bene Voglio saperne di più