Iscriviti alla nostra newsletter

RIMBORSO PEDAGGI AUTOSTRADALI ANNO 2017 : IL COMITATO CENTRALE DELL' ALBO HA COMUNICATO LE PERCENTUALI - IN COSA CONSISTONO TALI RIMBORSI? COME SI CALCOLANO ? CHI GESTISCE IL RIMBORSO? QUALI SONO I BENEFICIARI?

mar 18 dicembre 2018

Con la delibera n. 6/2018 del 4 dicembre 2018  Presidente del Comitato Centrale determinato in € 163.389.284,37 la somma da destinare alla riduzione compensata dei pedaggi autostradali per i transiti effettuati nell’anno 2017.

Cos’è la riduzione compensate dei Pedaggi Autostradali?.

La riduzione compensate dei pedaggi Autostradali fa parte delle cosiddette “provvidenze per  l’autostrasporto di merci per conto terzi”. Questo beneficio è divenuto strutturale per effetto della legge 23.12.1998 n. 488.

 

 

Chi può usufruire del beneficio?

  • Imprese italiane iscritte all'Albo degli autotrasportatori;
  • Consorzi, cooperative e società consortili il cui oggetto sia costituito dall'esercizio dell'attività di ​ ​ autotrasporto ​ ​ed iscritte all'Albo degli autotrasportatori;
  • Imprese di ​ ​ autotrasporto ​ ​comunitarie in possesso di licenza comunitaria;
  • Imprese con sede in Italia o nella UE che esercitano l'attività di ​ ​ autotrasporto ​ ​in conto proprio.

 

In cosa consiste il beneficio?

Il beneficio consiste in una riduzione parziale dei pedaggi autostradali mediante rimborso.

 

Chi gestisce tale beneficio?

Alla gestione di tale beneficio provvede il Comitato centrale dell’Albo degli Autotrasportatori cui vengono annualmente assegnate le risorse necessarie.

 

Come si dimostra il pagamento dei pedaggi?

Per dimostrare il pagamento dei pedaggi è necessario avvalersi di sistemi automatizzati di pagamento del pedaggio a riscossione differita mediante fatturazione, in pratica il TELEPASS.

 

L’entità dei rimborsi è costante o variabile? e da cosa dipende?

L’entità dei rimborsi autostradali non è costante in quanto varia in funzione degli stanziamenti dello Stato e dell’entità delle richieste.

Per quali categorie di veicoli può essere richiesto il rimborso?

Il rimborso può essere richiesto per categorie di veicoli posseduti a titolo di proprietà o disponibilità adibiti a svolgere servizi di autotrasporto di cose, che appartencono a classi EURO 3-4-5-6 e che rientrano quanto a Sistema di classificazione per il calcolo del pedaggio , nelle classi B 3, 4 o 5 se basato sul numero degli assi e della sagoma dei veicoli stessi  oppure classi 2, 3, 4 se volumetrico

PER VISIONARE IL SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE CLICCA QUI 

 

E’ possibile sapere in anticipo l’ammontare dei rimborsi spettanti per ogni anno?

No, come detto poco sopra, dipende da due fattori variabili e aleatori ( Ammontare Stanziamenti e n. di domande)  è possibile conoscere l’ammontare solo al momento del rimborso che avviene l’anno succesivo in cui si è presentata la domanda che a sua volta è riferita ai viaggi compiuti nell’anno precedente.

 

Quali sono le percentuali teoriche stabilite per il 2017^?

Riportiamo in questa tabella le percentuali stabilite.

Come si presenta la domanda ?

La compilazione e la presentazione della domanda deve avvenire esclusivamente per via Telematica.

 

Le Aziende di trasporto possono presentare autonomamente la domanda?

SI le aziende di trasporto possono presentare autonomamente la domanda attraverso il sito del Comitato Centrale dell’Albo nella sezione “GESTIONE PEDAGGI” ( PER APPROFONDIMENTI CLICCA QUI )

Nel caso invece le aziende abbiano aderito ad un Consorzio, sarà quest’ultimo a supportare l’azienda nella presentazione della domanda.

Nel rimandare ad ulteriori futuri approfondimenti speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza in merito all’argomento.

Buon viaggio a tutti!

SCARICA LA DELIBERA DEL COMITATO CENTRALE

 

 


Scarica PDF

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Va bene Voglio saperne di più